Kapriol incontra Treedom: la semina di una piccola rivoluzione

2 November 2022

Sostenibilità, una parola tra le più pronunciate del nostro tempo e che letteralmente significa “condizione di uno sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri”. Un concetto ampio e difficile da spiegare, figuriamoci da applicare in concreto.

Come tutti gli obiettivi, anche quello di diventare sostenibili richiede piccoli passi quotidiani, i cui risultati non sono immediatamente visibili: è necessario dotarsi di una buona dose di pazienza e saper attendere che il frutto di quanto seminato cresca rigoglioso. Solo così sarà possibile costruire un nuovo futuro. 

Al pari di ogni realtà e abitante di questa Terra, anche noi siamo implicati in questa trasformazione, e abbiamo scelto di diventarne parte attiva piantando con Treedom una foresta di 400 alberi in Kenya, Camerun, Ecuador, Tanzania e Guatemala. Ciascuna pianta che andrà a comporla porterà il nome dei nostri dipendenti: un regalo fatto in occasione del 95esimo anniversario di fondazione per segnalare un cambio di rotta che andrà a coinvolgere non solo il marchio, ma anche la famiglia che ne fa parte e si impegna tutti i giorni a crearne l’avvenire. 

Un seme che già da anni stava prendendo vita, e che segnerà un punto di partenza, un promemoria per ricordarci la direzione presa e dove vogliamo arrivare. E questa ‘bandierina’ piantata nel terreno non poteva che prendere il nome di GAIA, personificazione della Terra nella mitologia greca.

Quali frutti porterà nella pratica la foresta GAIA? Innanzitutto assorbirà 82.250 kg di CO2 presenti nell’atmosfera, ma darà sostegno anche alle comunità locali che impareranno a prendersi cura delle piante e godranno dei loro frutti nel tempo. La coesione tra i due ecosistemi, quello ambientale e quello sociale, contribuirà a dare vita nel tempo a un circolo virtuoso di sostenibilità. A occuparsi direttamente di piantare gli alberi e prendersene cura saranno i contadini in loco, con il supporto dei Forestry Manager di Treedom, esperti agronomi che li guideranno fino a che non saranno autonomi nella gestione del progetto forestale. 

Ma com’è possibile monitorare in maniera costante lo sviluppo delle piante stando dall’altra parte del mondo e assicurarci che la costruzione di un nuovo futuro stia effettivamente avvenendo? A questo ha pensato Treedom, realizzando un efficace sistema di tracciabilità che garantisce la trasparenza dei progetti. Funziona così: gli agronomi scattano una foto a ogni singolo albero al momento della messa a terra e ne registrano le coordinate GPS, e accedendo alla sezione “Diario” sul proprio account creato al momento del riscatto della pianta sarà possibile avere sempre sott’occhio le informazioni che la riguardano. e i suoi futuri step di sviluppo.

Facile no? Eppure dietro quest’apparente semplicità si nasconde un lungo processo di pianificazione, formazione, cura e manutenzione che perdura negli anni. E sappiamo bene quanta fatica ed energie costi, perché in fondo far crescere una foresta è un po’ come mantenere in vita un’azienda: occorre prestare attenzione a ogni dettaglio e mettere in campo tanta cooperazione, costanza e trasparenza. 

Tutti valori che sentiamo di condividere con i progetti proposti da Treedom: senza le persone che collaborano insieme quotidianamente la nostra azienda non disporrebbe della linfa necessaria per andare avanti, senza la costanza non saremmo arrivati a festeggiare 95 anni di attività, e senza la trasparenza che mettiamo nella realizzazione dei prodotti e nelle politiche quotidiane non potremmo avere la stessa credibilità. 

E proprio perché ci teniamo essere credibili fino in fondo che non vogliamo nasconderci dietro a un dito: la strada da percorrere è ancora tanta e non sarà possibile cambiare radicalmente subito, ma la volontà di farlo è ben presente dento tutti noi, e questo piccolo seme rivoluzionario lo facciamo partire da qui, da Treedom. 

La scelta di un dono sostenibile in un momento di festa come quello legato ai nostri 95 anni di attività nasconde un messaggio ben preciso: sì, siamo arrivati fino a qui, ma se le cose non cambieranno, e non ci impegniamo insieme a cambiarle, tutto quello che abbiamo costruito finora rischiamo di perderlo. 

E se riusciamo a immaginare ogni volta prodotti sempre più innovativi, perché non possiamo pensare all’esistenza di un futuro dove questi possano funzionare in “un mondo con più alberi che edifici, con più sogni che paure, con più specie, colori, profumi e suoni che mai”. Riusciamo a farlo? Con questo primo passo insieme a Treedom sì, e possiamo iniziare anche a concretizzarlo tenendo sempre davanti agli occhi il nostro motto: building the future. 

La foresta GAIA rappresenta un regalo che ci facciamo per il futuro, il nostro e quello degli altri abitanti della Terra. Vederne i frutti richiederà tempo e fiducia, e ci insegnerà a riadattarci ai ritmi della natura, andando a riscoprire una dimensione che quasi avevamo dimenticato esistesse. 

È solo un inizio, ma che ha già assunto una direzione che ha tutto il sapore di un “building the future”. Insieme.

Kategorie: Nachhaltigkeit
Sie könnten auch interessiert sein an: In Verbindung stehende Artikel
 
Dynamic 37.5 - La ligne la plus avancée pour votre profession et votre temps libre

Des "particules actives" d'origine volcanique, la nouvelle technologie 37.5® qui augmente le confort et améliore les performances.

Technologie: vaste domaine de recherche qui étudie l'application et l'utilisation de tout ce qui peut être fonctionnel à la solution de problèmes pratiques. Et un problème pratique auquel tout le monde est confronté au cours des différentes saisons est la température corporelle. Nous faisons de l'activité physique et la température corporelle augmente et le corps produit de la sueur - et nous avons chaud - et peu de temps après l'évaporation de la sueur, nous avons immédiatement froid. Et ici, la technologie 37.5 vient à notre aide.

Comment ça marche ?

Il s'agit d'une technologie dynamique qui interagit avec le corps pour déterminer s'il a besoin de chauffage ou de refroidissement. Il est activé par l'humidité et fonctionne en fonction de la quantité d'humidité près de la peau. Le fonctionnement se fait grâce à des particules actives, constituées de sable volcanique, qui captent l'énergie infrarouge émise par le corps. S'il y a de l'humidité, cela accélère l'évaporation pour refroidir; si, au contraire, il n'y a pas d'humidité, l'énergie IR est renvoyée pour garder le corps au chaud.

Science fiction? Non, une technologie qui résout des problèmes pratiques et aide à maintenir le corps à la température interne idéale de 37,5 degrés et le microclimat près de la peau à une humidité relative idéale de 37,5 %. L'élimination rapide de la vapeur, avant qu'elle ne se transforme en sueur, est la clé du confort et en améliorant le confort, la fatigue est réduite et nos performances augmentent.

Les tissus fabriqués avec la technologie 37.5 ne perdent pas leur efficacité après utilisation ou lavage car les particules actives sont incorporées dans les fils qui composent les vêtements.

Kapriol propose la ligne de vêtements Dynamic 37.5 pour la collection 2022, composée d'articles faciles à porter et faciles à entretenir ; la réponse la plus avancée pour le professionnel le plus exigeant. La technologie 37.5 est certifiée « Skin Friendly » (DIN EN ISO 10993 5 2009 10) conformément aux normes européennes.

 
Kapriol mechanical tools: practicality, quality and precision at hand
Imagine having a work tool that is comfortable to hold, simple to use, precise in the operational phase, durable over time and, last but not least, beautiful to look at.
 
Dynamic 37.5 - La linea più avanzata per la tua professione e il tuo tempo libero

Dalle “particelle attive” di origine vulcanica la nuova tecnologia 37.5® che aumenta il comfort e migliora le prestazioni.

Tec-no-lo-gi-a : ampio settore di ricerca che studia l'applicazione e l'uso di tutto ciò che può essere funzionale alla soluzione di problemi pratici. E un problema pratico che ognuno affronta nelle varie stagioni è la temperatura corporea. Facciamo attività fisica e la temperatura corporea aumenta e il corpo produce sudore – e noi abbiamo caldo – e poco dopo evaporato il sudore ecco che subito abbiamo freddo. Ed ecco che la Tecnologia 37.5 ci viene in aiuto.

Come funziona ?

 E’ una tecnologia dinamica che interagisce con il corpo per determinare se ha bisogno di riscaldamento o di raffreddamento.  Si attiva con l’umidità e funziona in base alla quantità di umidità  vicino alla pelle. Il funzionamento avviene tramite le particelle attive, costituite da sabbia vulcanica,  che catturano l’energia infrarossa che il corpo emette. Se è presente umidità accelera l’evaporazione per rinfrescare; se invece non è presente umidità l’energia IR viene restituita per tenere il corpo al caldo.

Fantascienza ? No, tecnologia che risolve problemi pratici e aiuta a mantenere il corpo alla temperatura interna ideale di 37.5 gradi e il microclima vicino alla pelle all’umidità relativa ideale del 37.5%. La veloce rimozione del vapore, prima che si trasformi in sudore è la chiave del comfort e  migliorando il comfort, si riduce l’affaticamento e le nostre prestazioni aumentano.

I tessuti prodotti con tecnologia 37.5 non perdono la loro efficacia a seguito di utilizzo o lavaggi in quanto le particelle attive sono incorporate nei filati che compongono i capi.

Kapriol propone per la collezione 2022 la linea di abbigliamento Dynamic 37.5, composta da  capi facili da indossare e di semplice manutenzione; la risposta più evoluta per il professionista più esigente. La tecnologia 37.5 è certificata “Skin Friendly” (DIN EN ISO 10993 5 2009 10) in conformità agli standard europei.

 

 
Airise, les chaussures de travail Kapriol: sûres, confortables et de design
Matériaux innovants, technologie et design 100% Made in Italy. La révolution des chaussures de travail gagnantes sur le marché s'appelle Airise de Kapriol
 
Airise, le scarpe da lavoro firmate Kapriol sicure, confortevoli e di design.
Materiali innovativi, tecnologia e design 100% Made in Italy. La rivoluzione delle scarpe da lavoro premiata dal mercato si chiama Airise di Kapriol
 
Outils mécaniques Kapriol : praticité, qualité et précision à portée de main
Imaginez avoir un outil de travail confortable à tenir, simple à utiliser, précis dans la phase opérationnelle, durable dans le temps et, enfin et surtout, beau à regarder.
 
Les choix verts de Kapriol : des petits trucs, pour un grand objectif
De petites initiatives ont été mises en œuvre dans l'entreprise dans le but de rendre Kapriol plus vert, notamment la réduction du plastique et l'adoption de camions à méthane
 
Kapriol Proshop, più valore al punto vendita specializzato
Kapriol Proshop è il programma espositivo di Kapriol per la perfetta organizzazione del punto vendita al fine di attrarre il consumatore, ottimizzare gli spazi e ridurre l’invenduto
 
Kukula - Kapriol : un partenariat au nom de la durabilité et de l'engagement humanitaire

Une jeune équipe d'ingénieurs, avec une vision claire : être une partie active d'un monde dans lequel chacun contribue activement au développement durable d'une société inclusive, dans laquelle l'environnement, l'économie et l'équité sont intégrés, stimulant - en particulier dans les zones de la planète trop souvent « oubliées » - la participation des populations locales, afin qu'elles soient elles-mêmes protagonistes du changement.

Comment le faire? À travers des projets pouvant contribuer au développement des communautés avec lesquelles elle coopère dans les pays en développement, en promouvant des modèles vertueux de croissance et de développement durable, basés sur la valorisation des individus, des communautés et de l'environnement.

Kapriol, qui partage les principes qui animent Kukula dans chaque initiative, a décidé de soutenir, par des actes concrets et tangibles, les activités humanitaires et celles visant à la protection de notre planète promues par l'association à but non lucratif.

Partant de ces valeurs clés, Kukula a créé deux projets différents, « Zero Carbon » et « Tree Hugs ». À travers le premier d'entre eux, l'équipe d'ingénieurs réalisera des études pour calculer l'impact environnemental généré par Kapriol, pour ensuite comprendre quelles stratégies adopter pour réduire et neutraliser la quantité de CO2 générée par l'entreprise.

Avec "Tree Hugs", Kapriol accompagnera Kukula dans l'activité de reboisement de certaines zones du Madagascar, notamment sur l'île de Nosy Komba. À travers ce projet visant à la durabilité, l'objectif est de contribuer concrètement au développement de l'économie locale en plantant des arbres fruitiers qui peuvent générer un impact positif dans la communauté elle-même.

 
Kukula – Kapriol: una partnership all’insegna della sostenibilità e dell’impegno umanitario
Kapriol sostiene l'associazione no profit Kukula, che promuove modelli di sviluppo sostenibile in diverse comunità nel mondo
Articolo aggiunto al carrello

Hinzufügen zum Warenkorb des Artikels